ElementaryOS 0.4 “Loki”, test e recensione – video

ElementaryOS rappresenta uno dei sistemi GNU/Linux più innovativi del momento e la semplicità d’uso e immediatezza la fanno da padrone.

Il team di sviluppo si è molto concentrata sul miglioramento e stabilità dell’ambiente grafico Pantheon e che integra moltissime novità e feature che saranno illustrate qui di seguito.

Nella giornata di Sabato 17 Settembre è stato caricato sul canale YouTube un video in cui vengono illustrate le caratteristiche e le funzioni principali del sistema, nonché le novità introdotte dal team di sviluppo illustrate in elenco sotto al video.

Test di ElementaryOS 0.4 “Loki”

Prima di procedere con l’elenco delle novità siete invitati a visionare il video che mostra l’uso su VirtualBox di ElementaryOS, quindi se siete curiosi prima di testarlo su macchina fisica potete fare come da video oppure installarlo su pendrive e utilizzarla in modalità Live.

Buona visione.

Su Jupiter Broadcasting l’evento è andato in diretta il 9 di Settembre con il team di sviluppo di ElementaryOS, ovvero Daniel Forè (in arte “DanRabbit”) e Cassidy James che illustravano le svariate caratteristiche del nuovo sistema (video in inglese).

Novità introdotte nella nuova versione 0.4 “Loki”

Il team di sviluppo è solito chiamare le varie versioni con nomi di dèi di varie culture, in questo caso

  • Impostazioni semplificate del mouse e touchpad
  • Nuove impostazioni di alimentazione per un miglior supporto con monitor esterni
  • Impostazioni di sistema ricercabili
  • Possibilità di collegare account online
  • Opzioni per le impostazioni del desktop
  • Presenti più lingue per il supporto e layout della tastiera
  • Nuove applicazioni per gli screenshot con più opzioni come il testo nascosto
  • Browser predefinito Midori sostituito con Epiphany
  • Il calendario ora supporta il linguaggio naturale per la creazione di eventi
  • Migliorato il supporto per l’alta risoluzione video nel lettore video predefinito
  • File manager, ora ha un supporto migliore navigazione da tastiera e condivisione SMB
  • Migliorato il supporto hardware
  • Modalità Privacy: anche lettore musicale non tiene traccia delle canzoni che si stavano ascoltando.

Applicazioni mancanti

La cosa che ha fatto un pò stortare il naso (come evidente anche dalla video recensione) è la mancanza di LibreOffice di default (famosa suite d’ufficio e produttività), stessa cosa per il gestore dei pacchetti Synaptic che risulta essere ancora tutt’ora indispensabile per l’installazione di pacchetti mancanti.

Tuttavia non risulta essere un problema, basta aprire il terminale e digitare il seguente comando:

$ sudo apt-get install libreoffice

Se riteniamo che il tema delle icone non ci piace possiamo sempre installare un paio di pacchetti per le icone, ovvero “Sifr” e “Breeze”. Da terminale diamo i seguenti comandi:

$ sudo apt-get install libreoffice-style-sifr

$ sudo apt-get install libreoffice-style-breeze

Come indicato sopra (e anche nel video), essendo mancante il gestore dei pacchetti Synaptic, non ci resta che digitare il seguente comando:

$ sudo apt-get install synaptic

Quindi si può dire che sono soltanto questi i pochi lati negativi di ElementaryOS, in ogni caso non risulta essere un problema installare altre applicazioni che a noi possono servire grazie soprattutto all’AppCenter come da immagine qui sotto.

schermata-del-2016-09-10-16-22-23

E sempre dall’AppCenter è possibile aggiornare le applicazioni negli “Updates” (usando i termini originali in inglese di default).

schermata-del-2016-09-10-16-26-03

E da System Settings non risulta essere un problema impostare la lingua italiana. Basta solo sbloccare, installare il supporto completo delle lingue (pulsante giallo che apparirà in alto) scegliere la lingua italiana e settarla per il sistema.

Effettuate il logout e avrete la lingua italiana correttamente installata.

schermata-del-2016-09-10-16-51-56

Al successivo riavvio del sistema o dopo aver effettuato il logout ovviamente il sistema vi chiederà di aggiornare le cartelle utente con la traduzione in lingua italiana, quindi confermate l’operazione cliccando su “aggiorna nomi”.

schermata-del-2016-09-10-16-53-33

Potete scaricare “ElementaryOS 0.4 “Loki” sul sito ufficiale del progetto effettuando una piccola donazione (consigliato) agli sviluppatori, se non altro dimostrate di aver apprezzato il loro lavoro, oppure inserito lo zero e confermate.

Potete scaricare la ISO tramite procollo HTTP oppure tramite Torrent (quest’ultimo consigliato) e si ricorda che la versione a 32 bit non viene più sviluppata, quindi troverete solo la versione a 64 bit che richiede un processore di questo tipo, almeno 1 GB di memoria ram (2 GB consigliati), una scheda video con almeno 128-256 MB di memoria dedicata e almeno 20 GB di hard disk.

ElementaryOS è basata su Ubuntu 16.04 LTS Xenial Xerus e come tale avrà supporto e aggiornamenti fino al 2021.

Se necessitate di assistenza tecnica possiamo fornirvi supporto tramite servizio di assistenza remota, info alla pagina di assistenza o cliccando qui potete scaricare il PDF con le condizioni del servizio.

L’articolo vi è paciuto? Sostenete il nostro lavoro con una donazione tramite PayPal.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email

ElementaryOS 0.4

ElementaryOS 0.4
8.6

Design

9/10

    Sistema

    8/10

      Usabilità

      9/10

        Applicazioni

        8/10

          Prestazioni

          9/10

            PRO

            • Semplice e funzionale
            • Leggera. Funziona anche su computer di 8-10 anni fa
            • Appicazioni base già installate e sviluppate dal team
            • Ambiente grafico Pantheon, come sempre pulito ed essenziale
            • Ricorda molto OS X, il sistema di Apple

            CONTRO

            • No supporto a 32 bit
            • LibreOffice non installato di default (ma si può installare a parte)
            • No gestore pacchetti Synaptic (da installare a parte)
            • No modalità desktop (niente icone sulla scrivania)

            CC BY-SA 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.

            Related posts

            Rispondi