Il valore del lavoro di marketing per promuovere l’Open Source

Quest’anno il blog aziendale segna la sua presenza sul web da un decennio, infatti dal 2006 era stato inizialmente creato un sito statico e poi dal 2012 è ufficialmente diventato un blog aziendale con contenuti sempre più ricchi e materiali di una certa notorietà.

I materiali noti di cui si parla non sono solo gli articoli, le recensioni e ora i video presenti sul canale YouTube ma in particolare sono le cover stampabili del sistemi GNU/Linux, la cui iniziativa è iniziata dal lontano 2007-2008 e in particolare con la creazione delle cover stampabili per le versioni di Ubuntu 8.04 e 8.10, fino ad arrivare alle derivate di Ubuntu quali Xubuntu, Kubuntu e anche Lubuntu a partire dal suo primo rilascio.

progetto-cover-stampabili-wordpress

L’immagine qui sopra illustra in breve alcune cover storiche create nel corso degli anni e non solo per Ubuntu e derivate ma anche per altre distribuzioni quali Chakra, Elementary OS e molte altre.

Marketing assente per GNU/Linux e al software Open Source

Quello che è stato realizzato da parte nostra come azienda nel corso degli anni dimostra che alle distribuzioni GNU/Linux e al software Open Source in generale è mancato un elemento fondamentale per promuoverne la diffusione, ovvero il marketing e abbiamo cercato di dare il nostro contributo purtroppo non sempre apprezzato.

È quindi logico arrivare alla conclusione che il motivo per cui arrivati ora al 2016 ai sistemi GNU/Linux e al software Open Source manca proprio il marketing per affermarsi in ambito desktop.

I maggiori concorrenti, in primis Microsoft, hanno fatto un lavoro di marketing e manovre commerciali (spesso scorrette) per diffondere la loro etica e il loro business.

Per questo motivo più dell’80% (e anche di più) della popolazione non è cosciente di cosa sia l’Open Source e che esistono sistemi operativi di gran lunga migliori (e superiori) alla versione di Windows che continuano ad usare sul loro PC.

A maggior ragione l’Italia che è uno dei paesi tecnologicamente arretrati le persone comuni sono soltanto burattini in mano ai media e alle pubblicità ingannevoli, questo per far capire quanto potere possa avere un tipo di pubblicità anche in senso negativo.

Ed ecco perché anche molti utenti della comunità italiana hanno un concetto assai distorto sul software liberamente disponibile e facendo uso anche di GNU/Linux pensano a priori che tutto quello che è scaricabile dalla rete risulta per forza di cose gratuito, ma hanno spesso dimenticato che se il Free Software e il software Open Source siano liberamente disponibili non significa che non abbia un valore monetario. Basta andare a ripassarsi la storia dell’Open Source per rendersi conto dell’immane lavoro svolto nell’arco di anni e di decenni.

Il valore di tale software è più alto di quello che si possa pensare e non si tratta del semplice pagamento di una licenza per poterlo utilizzare, sebbene non vi appartenga (è il caso di Windows).

Il kernel GNU/Linux infatti ha un valore di circa 1 miliardo di dollari (e secondo altre stime anche di più) e non si tratta affatto di pareri ma dati di fatto, quindi di valore reale.

Lo vediamo nelle realtà come nel caso di Google con Android, per tacere del suo medesimo motore di ricerca, aggiungendo anche YouTube e del motivo per cui tale kernel viene impiegato in oltre l’80% dei server collegati in tutto il mondo e che compongono la rete di internet.

Tutto questo è poco conosciuto proprio perché manca il marketing e quindi la maggioranza delle persone non sono in grado di operare libere scelte.

Il valore del marketing come nel caso delle cover stampabili

Come annunciato ad inizio articolo l’impegno da parte della nostra azienda è resto noto negli ultimi 8-9 anni, sia come tecnici informatici volti a fornire assistenza e anche nel settore marketing e grafica pubblicitaria, tuttavia non sempre è stato apprezzato e spesso per niente, visto che molti non si sono impegnati in alcuna donazione e/o eventuale supporto, a parte un paio di utenti che hanno versato in tutto questo tempo un totale di sole due donazioni di valore irrilevante.

Ed ecco perché a partire dal 1° Luglio 2015 (da quando è legalmente nato e registrato presso il governo maltese l’Open Software Point ©) abbiamo ufficialmente cessato di rendere disponibili tali cover per il libero download, visto che la maggioranza dell’utenza non ha rispettato il valore del nostro lavoro e del nostro impegno.

Come reso noto in articolo precedente tali cover saranno disponibili solo ed esclusivamente per nostro uso professionale e consegneremo una copia del disco contenente il sistema operativo masterizzato su DVD alla nostra clientela ma ogni copia potrà anche essere venduta ad un prezzo da stabilire (pensiamo intorno ai 5 euro per copia) ma potranno essere venduti e personalizzati con i dati riportati dietro la cover di coloro che ne faranno esplicita richiesta, ma in particolare le cover saranno disponibili anche per le aziende e/o nostri collaboratori esterni come nel caso di Marco Vaccaneo di Doms ARCH ©.

Nel caso non fosse chiaro il valore del nostro lavoro ecco qui sotto un prospetto generale dei costi e degli investimenti che regolarmente affrontiamo.

Prezziario della creazione cover DVD stampabili con etichetta disco correlata dei sistemi GNU/Linux

Questo breve listino implica l’uso di software per la grafica professionale come Adobe Photoshop (dal momento che integra i profili di stampa), più l’impaginazione e l’assemblamento parziale su Inkscape.

  • Progettazione e altre opzioni che includono:
    1) Verifica che la risoluzione di stampa rispetti gli standard.
    2) Verifica della modalità e del profilo colore impiegato (RGB, CMYK + Pantone).
    3) Formato di stampa rispettato in base alle dimensioni richieste.
    4) Margini di taglio minimo rispettati.
    5) Margino di taglio e abbondaggio.
    6) Impiego e verifica dei testi (in questo caso che siano conformi e perfettamente stampabili).
    7) Verifica dei livelli (in Photoshop), sia livelli standard che rasterizzazioni, ecc.
  • Abbozzi e prove (fino a 2 inclusi nel prezzo base, quindi altre due bozze raddoppia il prezzo).
  • Finalizzazione.

Ricordando che tutto questo lavoro può richiedere dalle 3 alle 6 ore (per i 2 abbozzi), aggiungendo al prezzo anche l’IVA 18% maltese (VAT) e altre spese accessorie.
Il prezzo finale non include i file sorgenti per diritto di creazione, cedere i file sorgenti implica ulteriori costi aggiuntivi.
Prezzo scontato per la comunità GNU/Linux e/o Open Source che ne faccia esplicita richiesta € 189,90 VAT 18% maltese inclusa (file sorgenti non inclusi) anziché € 249,90.
Con l’aggiunta dei file sorgenti si aggiunge al prezzo finale altri € 100,00 (minimo) e di conseguenza il prezzo scontato può arrivare al prezzo di € 289,90 VAT 18% inclusa anziché € 349,90.

Se questo non bastasse e si ha ugualmente da ridire sui prezzi applicati bisogna considerare i costi e gli investimenti (per tacere gli anni di esperienza sul campo) che affrontiamo noi professionisti del settore e in questo caso l’Open Software Point © come azienda:

  • Suite di Adobe che negli anni hanno avuto un costo di migliaia di euro in licenze, prima solamente Photoshop aveva un costo di più di mille euro, ora si affitta mensilmente l’intera suite Adobe ad un prezzo per le aziende di € 69,90 che si traduce in € 838,80 IVA inclusa l’anno (senza contare le suite come Corel Draw, Xpress, ecc.).
  • Investimenti periodici di nuovi computer (in questo caso Apple) adatti per il settore che hanno un prezzo che varia dalle € 1.279,00 IVA inclusa alle € 4.938,00 IVA inclusa.
  • Versamento del VAT 18% allo stato maltese.
  • Pagamento di altri oneri, commercialista, spese legali, ecc.
  • Pagamento periodico delle licenze per operare nell’ambito (licenza maltese) che vale in tutto il territorio maltese, italiano, europeo e del Commonwealth (quest’ultimo con 53 stati membri nel mondo).
  • Pagamento delle utenze aziendali (utilizzo dei server, connessione banda larga di 500 mega sul territorio maltese, utenza della luce, affitto dei locali, ecc.) e altri generi di forniture aziendali di vario tipo che si traducono in centinaia/migliaia di euro l’anno.

Calcolando inoltre che i prezzi indicati sopra possono benissimo aumentare senza alcun preavviso.

Se si continua ad insistere ad avere da ridire non rispettando il lavoro di qualità professionale ci si può rivolgere altrove evitando di disturbare noi professionisti del settore.
È stata offerta a molti della comunità italiana un’occasione durata circa 8-9 anni di materiale promozionale alla quale non hanno saputo dare valore né offerto supporto e/o donazioni di alcun tipo, pertanto questo periodo è terminato.

Se costoro pensano di risolvere tutto con un software non professionale come GIMP possono accomodarsi e dare le prove di quanto sostengono.

Erroneamente queste parole vengono prese da persone poco informate per arroganza, tuttavia chi capisce il lavoro di qualità professionale si rende conto che mettere in chiaro la propria posizione non è arroganza ma di certo non perderemo tempo con tali persone per fornire ulteriori prove e/o spiegazioni.

Dopotutto basta una googlata per controllare il valore dei lavori grafici presso aziende professionali del settore.

Da considerare anche i seguenti articoli:

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email

CC BY-SA 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.

Related posts

Rispondi