OUYA, il futuro delle console per videogame è Open Source

Il software Open Source non conosce limiti a differenza del software proprietario.

Lo dimostra il fatto che ora c’è chi punta a creare una console per videogames con Android, a sua volta basata su Linux.

Il nome in codice di questa console è OUYA, nome insolito ma è un piccolo cubo che contine in se tecnologia miniaturizzata ma divertimento assicurato per tutti, anche per coloro che non sono particolarmente attratti dal genere.

Wikipedia alla voce “OUYA” risponde così:

Ouya presenta un esclusivo negozio online con applicazioni e giochi sviluppati specificamente per il sistema Ouya. L’applicazione TwitchTV è preinstallata. La console usa una versione modificata di Android “Jelly Bean”, volutamente facile da sviluppare e “hackare” da tutti gli utenti. Il design della console permette anche una facile apertura della stessa, con il semplice aiuto di un cacciavite. Tutti i sistemi sono kit di sviluppo, consentendo a qualsiasi possessore di Ouya di essere anche sviluppatore, senza il bisogno di licenze o spese di pubblicazione. Tutti i giochi devono avere una sorta di natura free to play (come ad esempio demo, con singoli aggiornamenti alla versione completa o micro-transazioni durante i giochi), un modello adottato anche da giochi come League of Legends, Team Fortress 2, Triple Town e molti altri. Sarà supportato sin dal lancio della console il servizio di distribuzione di videogiochi OnLive.

Ecco un video illustrativo che, sebbene in lingua inglese, esponde tutte le particolarità del progetto.

Sempre Wikipedia illustra le caratteristiche tecniche e l’immagine qui sopra aiuta a capire com’è impostata la console:

Caratteristiche tecniche

  • Processore quad core Tegra 3
  • 1 GB di memoria RAM
  • Memoria flash interna da 8 GB
  • Connessione HDMI alla TV, con supporto a video 1080pHD
  • Wi-Fi802.11 b/g/n
  • Entrata Ethernet
  • Bluetooth LE 4.0
  • Una porta USB 2.0
  • Controller wireless con due stick analogici, d-pad, otto pulsanti azione, un pulsante di sistema, un touchpad da 3″
  • Sistema operativo Android 4.1/4.2 “Jelly Bean”

Altri dettagli

La console sarà a basso costo dal momento che il prezzo stabilito sarà di soli 99 dollari (al cambio attuale € 76,48) e grazie anche alla natura Open Source i costi sono estremamente ridotti.

Qualsiasi possessore di questa piccola console può modificare le impostazioni hardware, non c’è bisogno ne di permessi ne di licenze. La console è liberamente modificabile ed è realmente di proprietà dell’utente finale.

Il processore quad core Tegra 3 di Nvidia ha prestazioni eccezionali sui dispositivi mobili (utilizzato su smartphone e tablet) e consente di giocare ad alto livello a prestazioni impensabili per una console tanto compatta.

La miniaturizzazione gioca un ruolo importantissimo e consente di creare dispositivi ultracompatti ma ugualmente potenti e veloci. Linux poi gioca un ruolo importantissimo, visto che tutti sanno che il famoso kernel permette di girare ovunque e con poche pretese in termini hardware.

La console è possibile prenotarla direttamente sul sito ufficiale, tuttavia sarà disponibile a partire da Marzo. Non resta quindi che attendere e siamo sicuri che darà parecchio filo da torcere perfino alle altre console avversarie, tra i quali XBOX e Playstation 3.

I giochi saranno liberamente scaricabili e si seguirà la politica del free-to-play, ovvero sarà possibile scaricarli e giocarci gratis, chiaramente con alcune limitazioni e altri contenuti saranno a pagamento. Ma sostanzialmente è un ottimo modo per fare soldi e allo stesso tempo gli sviluppatori potranno pubblicare modifiche o creare videogiochi e di conseguenza guadagnarci.

Anche qui viene dimostrato il grande potere dell’Open Source nella tecnologia e le risorse Open saranno una realtà. Ogni dispositivo mobile, OUYA e Android (oltre a Linux) lo dimostrano. Per altri dettagli vi consigliamo di visitare il sito ufficiale di OUYA.

Terminiamo l’articolo lasciandovi con un video che illustra le potenzialità della nuova console, che sicuramente vi lascierà a bocca aperta.

 


Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email

CC BY-SA 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.

Related posts

2 Thoughts to “OUYA, il futuro delle console per videogame è Open Source”

  1. […] abbiamo infatti citato nell’articolo precedente si tratta di un grandissimo progetto ma comunque alla portata di tutte le tasche dal momento che […]

  2. […] mesi fa abbiamo parlato della nuova console basata su sistema operativo Android e che sarebbe stata venduta nell’arco di alcuni mesi, […]

Rispondi