Rilasciato WordPress 4.6, nome in codice Pepper

Sono passati quattro mesi dal rilascio dell’ultima versione di WordPress 4.5 “Coleman” (rilasciato appunto ad Aprile).

Ora è giunto il momento della nuova versione del software di blogging più famoso di sempre: WordPress 4.6, nome in codice “Pepper”.

Questa nuova versione, come di consuetudine di questo famoso software Open Source, prende il nome da un famoso personaggio della musica Jazz e in questo caso del grande Pepper Adams.

Park Frederick “Pepper” Adams III (Highland Park, 8 ottobre1930New York, 10 settembre1986) è stato un sassofonistastatunitense di musica jazz.

A differenza di molti suoi colleghi sassofonisti, Adams si dedicò al sassofono baritono condividendo questa scelta con altri tre grandi solisti jazz: Harry Carney, Serge Chaloff e Gerry Mulligan[1]. (tratto da Wikipedia)

Novità della nuova versione


Aggiornamenti semplificati

Non perderti: rimani nella stessa pagina mentre aggiorni, installi e cancelli plugin e temi.

Font nativi

La bacheca di WordPress trae ora vantaggio dai font che hai già disponibili, permettendone un caricamento più rapido e facendoti sentire a casa qualsiasi periferica tu stia utilizzando.

Miglioramenti nell’editor

Verifica dei link in linea

Hai mai fatto un link a http://shadowlionheart.it/wordpress.org? Ora WordPress verifica automaticamente i link per assicurarsi che tu non lo faccia.

Recupero dei contenuti

Mentre scrivi, WordPress salva il contenuto nel browser. Recuperare i contenuti salvati è ancora più facile con WordPress 4.6.

Sotto il cofano

Resource Hints

I Resource hints aiutano i browser a decidere quali risorse recuperare e pre-processare. WordPress 4.6 li aggiunge automaticamente ai tuoi stili e script rendendo il tuo sito ancora più veloce.

Richieste più robuste

La API HTTP si appoggia ora alla libreria Requests, migliorando il supporto a HTTP standard ed aggiungendo header case-insensitive, richieste HTTP in parallelo ed il supporto ai nomi di dominio internazionalizzati.

WP_Term_Query e WP_Post_Type

Una nuova classe WP_Term_Query aggiunge flessibilità alle query sulle informazioni dei termini mentre un nuovo oggetto WP_Post_Type rende l’interazione con i custom post type più prevedibile.

API Registrazione meta

L’API per la registrazione dei metadati è stata ampliata per gestire i tipi, le descrizioni e la visibilità con la REST API.

Traduzioni su richiesta

WordPress installerà ed utilizzerà i nuovi pacchetti di lingua per i tuoi temi e plugin, appena questi saranno resi disponibili dalla comunità di traduttori di WordPress.org.

Aggiornamenti della libreria JavaScript

Sono disponibili Masonry 3.3.2, imagesLoaded 3.2.0, MediaElement.js 2.22.0, TinyMCE 4.4.1 e Backbone.js 1.3.3.

API di Personalizza per le impostazioni di validazione e le notifiche

Le Impostazioni ora hanno una API per far rispettare i vincoli di validazione. Allo stesso modo controlli di personalizza ora supportano le notifiche che vengono utilizzate per visualizzare gli errori di validazione invece che terminare silenziosamente.

Il multisito è più veloce che mai

Le query al sito globali e tenute in cache migliorano l’esperienza di amministrazione del vostro network. L’aggiunta di WP_Site_Query e WP_Network_Query aiutano la creazione in maniera più semplice di query complesse.

Le info sono tratte dal sito di WordPress. Info qui (ENG).

Se l’articolo ti è piaciuto e vuoi sostenere il nostro lavoro condividilo ed effettua una donazione.
Facebook Comments

CC BY-SA 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.

Related posts

Rispondi