Windows XP? Costa di più rispetto a Windows 7!

Il nostro articolo deriva da un altro articolo a sua volta presente sul sito di WebNews che riferisce questa notizia.

E’ verissimo, Windows XP richiede dei costi ben maggiori che usare Windows 7. Il motivo? Gli alti costi di gestione per un sistema operativo chiaramente con gravissimi problemi di sicurezza e tanto altro, dopotutto XP ha ben 11 anni, di certo non si può pretendere di avere la stessa sicurezza e gestione di un nuovo sistema operativo.

Tuttavia ci sono dei fattori da valutare ed è sempre il solito tasto dolente: il denaro.

“Denaro”… per la stra-grande maggioranza degli italiani è una parola molto brutta (ma i soldi per appagare i loro desideri materialistici e legati al consumismo li trovano sempre). Sì, perché quando si tratta d’innovazione tecnologica l’italiano si tira sempre indietro perché ha sempre il solito chiodo fisso che in qualche modo la tecnologia e in particolare il software siano una perdita di tempo e che a loro va bene così… niente di più sbagliato!

Senza tecnologia adeguata e aggiornata non c’è innovazione, se non c’è innovazione non c’è lavoro, e se non c’è lavoro non ci sono soldi! Quindi si entra in un circolo vizioso che porta l’Italia nelle condizioni che ben conosciamo, inoltre l’Italia detiene il record di software contraffatto.

Basti pensare che secondo recenti analisi ben oltre il 51% degli italiani usano software contraffatto anche in ambito aziendale! Ma questo però non li esenta dai notevoli costi di gestione.

Anche nell’articolo su WebNews, che abbiamo citato prima,  riferisce questo fatto. Il costo di gestione e di manutenzione per un sistema ormai bucato costa assai di più, ma contiamo anche il fattore che molte aziende e pubbliche amministrazioni usano ancora computer datati e quindi i nuovi sistemi Microsoft non sono all’altezza del loro vecchio hardware.

Però se decidessero di adottare nuovo hardware e nuovo sistema operativo targato Microsoft è pur vero che i costi digestione diminuirebbero già da subito e ammortizzando nel tempo tale costo per il cambiamento, tuttavia si dipenderebbe sempre da Microsoft e dai problemi legati a virus e molto altro.

Non valutano mai la possibilità di usare software Open Source che è molto meno costoso (spesso gratuito) e funziona benissimo anche su hardware datato risparmiando moltissimo denaro per le manutenzioni.

Ma è risaputo che l’intelligenza e la lungimiranza in queste cose è una prerogativa di pochi.

 


Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email

CC BY-SA 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.

Related posts

Rispondi