Windows XP scade l'8 di Aprile e Microsoft consiglia di comprare un nuovo PC con Windows 8. Su Twitter scoppia la polemica

In un articolo precedente abbiamo annunciato la fine del supporto e degli aggiornamenti di Windows XP, di conseguenza il vecchio sistema di Microsoft andrà in pensione.

Secondo Microsoft la soluzione è quella di acquistare un PC nuovo con preinstallato Windows 8, un suggerimento all’utenza che porta al consumismo inutile e porta inevitabilmente l’acquisto di nuove licenze.

E’ chiaro come il sole che Microsoft vuole portare acqua al suo mulino giocando di conseguenza con la disinformazione che è già molto aggravata in Italia, così come la crisi.

L’acquisto di un nuovo computer comporta una spesa che in questi momenti pesa abbastanza alle tasche degli italiani, per tacere della migrazione delle loro attuali applicazioni che usano in azienda o a casa.

Abbiamo catturato una schermata della loro dichiarazione su Twitter, compresi i nostri commenti e quelli di altri nostri colleghi nella nostra professione.

E’ scoppiata la polemica, un vero e proprio vespaio.

Schermata del 2014-04-05 14:25:04

Siamo più che mai decisi a combattere il software proprietario a pagamento come nel caso delle soluzioni targate Microsoft.

Soprattutto perché Microsoft continua con la sua politica senza scrupoli nel far pagare le licenze del loro software totalmente insicuro e con molte problematiche legate a virus e spyware.

Molta gente è comunque stanca di queste problematiche ma la maggior parte sentono di non avere scelta perché non si sentono guidate nella dovuta maniera, soprattutto perché molti centri di assistenza da quattro soldi non informano il cliente, non s’informano a loro volta e ci guadagnano con i guai della clientela.

E scoraggiano il cliente da qualunque altra altra possibile alternativa considerando un sistema operativo basato su Linux totalmente da evitare… è logico! Vogliono tenere in pugno l’utente, esattamente come fa Microsoft, per guadagnare in maniera disonesta e senza scrupoli.

Fortunatamente esiste la soluzione alternative di passare ad un sistema basato su Linux, ricordiamo infatti ai nostri lettori che il 17 di Aprile verrà rilasciata da Canonical il nuovo sistema operativo Ubuntu 14.04 LTS Trusty Tahr con supporto e aggiornamenti fino al 2019.

Comprese le sue derivate come Lubuntu, Kubuntu e Xubuntu. A maggio verrà invece rilasciata la nuova versione di Linux Mint.

Vi terremo aggiornati coi nostri articoli e sulle nostre pagine Facebook, Twitter e Google Plus.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email

CC BY-SA 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.

Related posts

Rispondi