Un anno (e più) con Arch Linux… esperienza di un utente medio

Una delle novità che saranno introdotte negli aggiornamenti del blog saranno proprio le esperienze documentate di alcuni utenti nell’uso del software Open Source e dei sistemi operativi GNU/Linux.

In questo caso, per la prima volta, nel blog sarà riportata una prima esperienza… quella del nostro amico Giuliano Zamboni, membro abituale del gruppo Facebook “Open Software Point © – Group” e contattandomi su Telegram ha voluto esprimere il desiderio di pubblicare un breve articolo che riporta la sua immensa soddisfazione di utilizzare appunto Arch Linux, famoso sistema operativo GNU/Linux con la caratteristica di essere una rolling release, ovvero in costante e continuo aggiornamento.

Un anno (e più) con Arch Linux… esperienza di Giuliano Zamboni

Questa è la sua esperienza che viene riportata qui sotto esattamente di suo pugno.

Visto che la condivisione è una forza motivante ed un valore aggiunto del mondo Open Source ho voluto riportare quanto segue per farvi partecipi della mia esperienza e rendere un doveroso tributo a questa famosa distribuzione.

Perché mi ritengo qualificato per farlo? Proprio perché non so niente, ovvero sono un normale utente senza nessuna specializzazione, competenza e/o esperienza precedente.

SonyVaioSVE151J13M

Il succo della mia esperienza, la cosa straordinaria agli occhi di molti, il risultato eclatante, è il seguente: da fine dicembre 2014 ad oggi, sul Sony Vaio SVE151J13M di mia moglie è installato Arch con Xfce. Senza aver mai formattato o reinstallato, sempre e solo aggiornando questa meravigliosa rolling release!

Naturalmente capirete il vantaggio di tutto ciò: aver avuto sempre funzionante il PC, nessun patema d’animo o seccature e (capisci a me) avere la moglie contenta!

Giusto per darvi l’idea, si tratta di un portatile con UEFI dotato di processore Intel Core i3 di terza generazione, scheda video Intel® HD Graphics 4000 integrata, 4 Gb di Ram ed un SSD Samsung 840 da 120 Gb (il minimo sindacale). 8 secondi da pulsante di accensione al login…

Come sono arrivato a questo risultato? LEGGENDO: infatti forse nulla come Arch è così pienamente documentato e ben spiegato. La pagina Wiki italiana ed il forum raccolgono una varietà di argomenti per tutte le necessità,dal neofita a chi usa Arch addirittura come server!

Non che sia necessario leggere in continuazione per usare il sistema operativo, ben intesi. Se il sistema ci soddisfa potremmo, addirittura, come la proprietaria del PC in questione, semplicemente USARLO!

Che dire quindi? Arch non è solo per i fenomeni della riga di comando, non lo si installa solo per darsi un tono, ma può essere un’ esperienza veramente gratificante!

Perché dico questo? Perché le varie scelte che comporta l’installazione di Arch (ambiente grafico, gestori di rete, file system, etc…) rendono in effetti consapevoli di cosa c’è sotto il “cofano” e fanno sentire realmente padroni del proprio computer. D’altro canto, non avrete nessuno da incolpare se le cose non andranno bene. Questo perché, come ripeto, è tutto scritto. Sta a noi applicarci con relativa pazienza, ma il risultato vi ripagherà!

Giuliano Zamboni

Questa esperienza mostra che usare i sistemi operativi GNU/Linux non è affatto difficile, nemmeno per un utente medio.

Si tratta solo di stabilire quanto sia aperta la mente di una persona ed evitare di circoscriverla nei soliti complessi mentali che la maggioranza delle persone si creano quando si parla di tecnologia, inoltre da questo si comprende che l’informatica non è affatto sinonimo di Microsoft Windows oppure OS X di Apple ma esistono diversi sistemi operativi e il nostro Giuliano Zamboni non voleva di certo limitarsi ad accontentarsi del solito sistema operativo preinstallato sul suo notebook Vaio.

slidearchlinuxlogo

Ha fatto suo il computer e ha adattato il sistema alle sue esigenze, anziché adattarsi lui al sistema operativo… triste a dirsi questo succede usando Windows in quanto si è soggetti a tutte le problematiche che comporta durante il suo utilizzo a prescindere che sia nell’ambito privato o quello aziendale.

Nel concludere l’articolo vi vengono riportati qui sotto alcuni esempi di grande versatilità e personalizzazione di Arch Linux, il risultato conseguito da diversi utenti che lo utilizzano senza problemi pur non essendo dei tecnici esperti.

Non vi resta quindi che provarlo e dirci la vostra a riguardo. Se avete bisogno di assistenza tecnica potete scaricare il modulo dell’Open Software Point © a questo link o contattarci direttamente.

ArchLinuxdesktopKDE

ArchLinuxdesktopXFCE

ArchLinuxdesktopXFCE2 mydesk_arch_linux_by_satyriko-d2xxqt6

Facebook Comments
Print Friendly

CC BY-SA 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.

Related posts

Rispondi